Ferrari Driver Accademy: Giulio Tommasin in Maranello 2013 – helmet airbrushed by Airbrushartstudio


Views-Visualizzazioni: 1.900

Immagine anteprima YouTube

Pontevigodarzere was summoned until tomorrow racetrack Roman Federation ACI-CSAI and Engineer Baldisserri, head of the FDA, to support an internship evaluation sessions to the physical and mental well as driving simulator that had not been able to deal with a serious accident on the track in May to Sarno during the Italian Championship. After the indication and invaluable advice that Julius will receive from the staff, it will be made available to a single-seater Formula Abarth 180 hp Turbo.

Immagine anteprima YouTube

The initiative is part of the Youth Project, designed to train new talent to enter into a career path towards motoring racing. So you want to create a nursery Italian considering that the team of professionals at the moment there is not a driver of the peninsula. Tommasin was selected last year to be part of the project FDA (Ferrari Drive Academy) for distinguished service in the Italian Championship between the pilots and the most competitive among the major players in its class KF3 and had supported an internship in the Ferrari factory in Maranello . It would have been called if he had achieved top results also in 2013. What that took place this year because Julius has achieved excellent results in national and international in KF2. After the long convalescence (last season he was hit by a fellow-competitor shortly before arrival) Julius can now deal in full form assessment from which you expect positive results.

“It will be a wonderful experience,” says Julius, who attends the second year of the technical Ferraris of Padua and dreams of becoming the Schumacher Italian, “a desire grown since I was 6 years old and I started racing karts.

CASCO GIULIO TOMMASIN CON SFONDO4

I thank the ingegnar Baldisserri who believed in me convocandomi just turned fifteen years old, the minimum age for driving a car on the track. It is an opportunity that happens a few worthy, sure I’ll commit myself very much. ” Also because this will be in addition to the instructors of the FDA and the Director of the Federal School, also the supervisor Gian Carlo Minardi.

CASCO GIULIO TOMMASIN CON SFONDO5

Proud dad Lamberto, builder: “I always indulged in his passion supporting him financially and morally, following it with the whole family in every race. We hope to show up some sponsors now because the road is uphill. “

September 24, 2013

CASCO GIULIO TOMMASIN CON SFONDO6

Pontevigodarzere è stato convocato fino a domani all’autodromo romano dalla Federazione Aci-Csai e dall’ingegner Baldisserri, a capo della Fda, per sostenere uno stage di valutazione fisica e psichica nonché sessioni al simulatore di guida che non aveva potuto affrontare per un grave incidente in pista in maggio a Sarno durante il Campionato Italiano. Dopo le indicazione e i preziosi consigli che Giulio riceverà dallo staff, gli sarà messa a disposizione una monoposto Formula Abarth da 180 CV Turbo. L’iniziativa rientra nel Progetto Giovani, finalizzato alla formazione di nuovi talenti da inserire in un percorso professionale verso l’automobilismo agonistico. Si vuole così creare un vivaio italiano considerato che nel team dei professionisti al momento non c’è un pilota della penisola. Tommasin era stato selezionato l’anno scorso a far parte del progetto Fda (Ferrari Driver Academy) per essersi distinto nel Campionato Italiano tra i piloti più competitivi e tra i maggiori protagonisti della sua categoria KF3 e aveva sostenuto uno stage nella sede della Ferrari a Maranello.

CASCO GIULIO TOMMASIN CON SFONDO2

Sarebbe stato richiamato se avesse conseguito risultati al top anche nel 2013. Cosa che è avvenuta poiché Giulio quest’anno ha ottenuto ottimi risultati in campo nazionale ed internazionale nella KF2. Dopo la lunga convalescenza (durante la scorsa stagione fu investito da un compagno di gara poco prima dell’arrivo) Giulio può ora affrontare in piena forma la valutazione dalla quale si aspetta risultati positivi.

CASCO GIULIO TOMMASIN CON SFONDO3

«Sarà una magnifica esperienza» dice Giulio, che frequenta il secondo anno dell’istituto tecnico Ferraris di Padova e sogna di diventare lo Schumacher italiano, «un desiderio coltivato da quando avevo 6 anni e ho iniziato a gareggiare sui kart. Ringrazio l’ingegnar Baldisserri che ha creduto in me convocandomi appena compiuti i quindici anni, età minima per poter guidare in pista una monoposto. È un’opportunità che capita a pochi meritevoli, certo dovrò impegnarmi moltissimo». Anche perché sarà presente, oltre agli istruttori della Fda e al direttore della Scuola Federale, anche il supervisore Gian Carlo Minardi. Orgoglioso papà Lamberto, costruttore edile: «L’ho sempre assecondato nella sua passione sostenendolo economicamente e moralmente, seguendolo con tutta la famiglia in ogni gara. Speriamo che si faccia vivo qualche sponsor perché la strada ora è in salita».

24 settembre 2013

facebook_1445732151426